mercoledì 8 marzo 2017

Liberatevi dalla ritenzione idrica con questo semplice trucco, e addio gambe gonfie!!


La ritenzione idrica è un disturbo piuttosto diffuso, che colpisce con diversa intensità milioni di persone, soprattutto donne (30 % della popolazione italiana femminile). All’origine del problema possono esistere gravi patologie come disfunzioni cardiache o renali, infiammazioni severe e reazioni allergiche. Spesso però il principale responsabile della ritenzione idrica è uno stile di vita sbagliato, la cui semplice correzione può apportare notevoli benefici
Ritenzione idricaIn medicina il termine “ritenzione idrica” viene utilizzato per indicare la tendenza a trattenere liquidi nell’organismo. Il ristagno di questi fluidi è generalmente superiore nelle zone predisposte all’accumulo di grasso (addome, cosce e glutei). Il segno principale della ritenzione idrica è l’edema, una condizione in cui l’accumulo di liquidi nei tessuti ne causa un anomalo rigonfiamento. A causa dell’alterata circolazione venosa e linfatica insieme a questi liquidi ristagnano anche numerose tossine che alterano un metabolismo cellulare già compromesso dal ridotto apporto di ossigeno e nutrienti.

Proprio per la sua notevole diffusione la ritenzione idrica è un problema molto sentito ma spesso sopravvalutato. Molte donne infatti attribuiscono erroneamente alla ritenzione il proprio sovrappeso ignorando che, in assenza di patologie importanti, il contributo della ritenzione idrica sull’aumento di peso è tutto sommato marginale. E’ invece vero il discorso contrario; è cioè il sovrappeso a rallentare la diuresi e favorire la ritenzione idrica. Per verificare l’effettiva presenza del disturbo esistono molti test più o meno affidabili. Se per esempio non si ha la possibilità di effettuare l’esame del peso specifico delle urine, è sufficiente premere con forza il pollice sulla parte anteriore della coscia per un paio di secondi. Se dopo aver tolto il dito rimane ben visibile l’impronta siamo con tutta probabilità in presenza di ritenzione idrica.

Anche a voi è successo di svegliarvi al mattino, mettervi sulla bilancia e scoprire di aver preso 3-4 chili, anche se non avete ecceduto con il cibo? A volte, un’oscillazione così evidente del peso può essere dovuta alla ritenzione idrica. Questo gonfiore si presenta nelle donne incinta, o in persone con una vita sedentaria o ancora come effetto secondario di alcuni medicinali. In generale, l’acqua in eccesso si nota nelle gambe, nelle dita e nelle articolazioni. Non è solo una sensazione sgradevole, può anche indebolire i tessuti e combinarsi con un aumento di peso permanente. Per fortuna, ci sono alcuni semplici rimedi da seguire. Di seguito una lista di possibili cause e soluzioni veloci per risolvere il problema.

Sodio in eccesso

 Il cibo salato favorisce la ritenzione idrica, soprattutto se non si beve a sufficienza. È importante eliminare il sale in eccesso, dal momento che il corpo ritiene acqua per mantenere un equilibrio sano. In casi estremi, le cellule possono crescere anche 20 volte più grandi del normale. Per fortuna, in questi casi, la soluzione è semplice: mangiare meno sale ed evitare i cibi processati. Il cibo già pronto ha in genere una concentrazione maggiore di sale, per aumentarne il sapore. Vale la stessa cosa per pizza e zuppe preconfezionate. Sempre meglio preferire verdure fresche.

 Basso consumo d’acqua

Quando non si beve abbastanza, il corpo cerca di compensare, creando delle riserve, che contribuiscono alla ritenzione idrica. Aiuta ovviamente bere con regolarità e a sufficienza.Bisognerebbe bere almeno 8 bicchieri di acqua al giorno e consumare cibo che contenga acqua, come peperoni e cetrioli. In questo modo si assumono anche vitamine.

 Mancanza di magnesio

Il magnesio è fondamentale per il nostro corpo. Nel caso non se ne assuma a sufficienza, c’è un rimedio molto semplice.Mangiare frutti come l’avocado o consumare alimenti come spinaci e yogurt, che aiutano a riequilibrare il livello di magnesio nel corpo. Anche prodotti integrali e tutte le verdure verdi ne contengono. Questi semplici rimedi aiutano la riduzione del volume delle cellule e combattono la ritenzione idrica. Certo, queste condizioni sono spesso associate anche a uno stile di vita poco sano. Si consiglia di fare esercizio fisico e, se i sintomi persistono, di consultare un medico.

 Fonte: http://www.perdavvero.com/ritenzione-idrica/